domenica 25 marzo 2012

2 APRILE 2012: AUTISMO - FIACCOLATA PER I DIRITTI NEGATI



LA FIACCOLATA E’ ORGANIZZATA DAI GENITORI DEI SOGGETTI AUTISTICI, DEL COMITATO “L’AUTISMO PARLA”
E  SI  SVOLGERA’  IL  2  APRILE  2012  (GIORNATA MONDIALE DELL’AUTISMO)
IN  PIAZZA  POLITEAMA  ALLE  ORE: 21.00


CONTRO
L’indifferenza delle istituzioni
La negazione dei diritti dei soggetti autistici
Lo smantellamento dei servizi pubblici rivolti ai soggetti autistici
Il taglio delle ore di sostegno nelle scuole
La prassi disumana per il riconoscimento dell’invalidità civile

PER
L’applicazione immediata delle linee guida per l’autismo
La creazione di poli specialistici nelle ASP siciliane
Il diritto del rapporto uno a uno alunno-insegnante
L’intervento domiciliare per i soggetti autistici
Il pieno riconoscimento dell’invalidità

Comitato “L’autismo parla” Genitori di Palermo
Contatti:

Tel. 392/0420350  -  392/5556396

           comitatoautismoparla@gmail.com



Quando un genitore giunge alla drammatica conferma  della diagnosi di autismo per il suo bambino, spesso ha  già sulle proprie spalle, anni di lotta per la sopravvivenza.
Per molti genitori ciò che la massa definisce “lieto evento” è un istante mai vissuto e perso per sempre, perché tanti bambini manifestano sin dai primi mesi un’irrequietezza singolare che rende estremamente difficoltosa la loro gestione quotidiana.
Molti genitori sono soli fin dai primi giorni di vita dei loro problematici bambini e in molti casi lo resteranno per sempre.
Qualsiasi problema riscontrato nel neonato, troverà giustificazione in un ipotetico errore materno; qualsiasi vagito di troppo, sarà causato dall’inadeguatezza del tuo latte, mamma.
Quando il bambino crescerà, chiunque sarà in grado di trovare una giustificazione ai suoi comportamenti nell’inettitudine dei genitori.
Stranamente nessuno però si accorgerà che quel bambino non richiama mai l’attenzione di nessuno, che i suoi occhietti azzurri tanto ammirati sono sempre sfuggenti, che le sue parole (quando ci sono) non dicono nulla, perché vengono utilizzate solo per ripete all’infinito un frammento di dialogo tra i personaggi del suo cartone preferito.
Nessuno sembrerà vedere nei genitori i visi tirati, i passi troppo lenti, le occhiaie profonde e gli occhi arrossati che non si cercano più.
Continueranno a ripeterti che non è vero, che si tratta di un errore medico, che il bambino è troppo intelligente, per poi continuare a chiudersi nella negazione fisica oltre che mentale. In questi anni ho sentito e visto di tutto, persino una zia troncare un tentativo di spiegazioni con un: “ Non voglio sapere niente… ho altri pensieri per la testa”.
Oggi ho portato il mio piccolo al Pronto Soccorso e dopo ore estenuanti di attesa, mio marito ha cercato di ammorbidire l’irruenza della dottoressa, comprensibilmente costretta a velocizzare il suo intervento ( di fronte ad un comportamento che poteva essere confuso con un capriccio), informandola sull’autismo di nostro figlio. Da brava professionista ha fatto un passo indietro e mi ha concesso qualche secondo in più per gestirlo, poi ha commentato brevemente: “Un così bel bambino…”.

Ebbene, ci sono genitori che di fronte al dolore, alle lotte estenuanti e all’indifferenza, hanno deciso di alzare la testa e combattere per i loro figli.
Il comitato “L’Autismo parla” è nato a Palermo nel 2009 grazie all’impegno di alcuni genitori, con lo scopo di sensibilizzare le istituzioni, l’opinione pubblica e i genitori stessi sul tema dell’Autismo.
Uomini e donne si adoperano ogni giorno, contando solo sulle proprie forze, per far sì che bambini e ragazzi autistici, non siano più rappresentati dal silenzio.

Ci sono tante, troppe persone che avvolgono con un’aura di romanticismo la condizione degli autistici e delle loro famiglie, convinte come sono che la principale occupazione di questi ragazzi sia quella di contare gli stuzzicadenti caduti per terra e dei loro genitori, di presentare pasti identici in giorni stabiliti (chi ha visto Rain Man mi capirà).


Una mammetta pasticciona




Subscribe to Our Blog Updates!




Share this article!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Return to top of page
Powered By Blogger | Design by Genesis Awesome | Blogger Template by Lord HTML