mercoledì 23 maggio 2012

Anna Bolena - Carolly Erickson - Mondadori Oscar Storia



"Anna  Bolena"  

di   Carolly  Erickson
Mondadori - Oscar Storia
Pagine: 269
Prezzo: 8,80 euro

"Carolly Erickson ricostruisce le vicende che hanno segnato l'esistenza di questa sfortunata regina, sullo sfondo di una perfetta rievocazione dei rapporti familiari, del ruolo delle donne, degli scontri politici, dell'intreccio di ragioni personali  e ragion di stato...".



Introduzione

Il talento di narratrice di Carolly Erickson, scoperto durante la lettura di varie biografie della Oscar storia, emerge anche in questo libro che narra le complesse vicende che ruotarono attorno alla figura di Anna Bolena.
La vita della seconda moglie di Enrico VIII fu breve, ma segnata da tanti e tali intrighi, che l'attrazione o la semplice curiosità per questo personaggio nasce quasi da sola, trascinandoci fino all’ultima pagina col fiato sospeso.

Breve descrizione della storia

La narrazione si apre su un fatto ben preciso: il corteo regale diretto a Dover, prima tappa del viaggio nuziale di Maria Tudor che andava tristemente in sposa al "vecchio debole e vacuo" vedovo Luigi XII, re di Francia,  per volere del fratello Enrico.
In quel corteo troviamo i tre personaggi principali di questa storia.
Era la fine del 1514, Enrico VIII aveva ventitré anni e regnava almeno da cinque; la sua consorte Caterina, trasportata su una lettiga, era incinta e tutti si auguravano la nascita dell'erede maschio tanto atteso.
Anna, invece, era una bambina del seguito, grezza e poco promettente, afflitta da segni fisici molto particolari che assumevano un significato rilevante per molte menti ignoranti dell'epoca: un enorme neo sul collo e, ancor peggio, su una mano era cominciato a crescere un sesto dito con una doppia unghia.
Il segno del diavolo.

Si crede che solo la smisurata ambizione del padre, per il quale una figlia femmina era comunque una merce di scambio, le evitò il convento e verrebbe da chiedersi se alla luce di tutto ciò che accadde dopo, la strada della vita monastica non sarebbe stata preferibile ad una vita piena di tribolazioni, conclusasi con una terribile morte.
Qualcuno direbbe che l'ambizione del padre potrebbe anche non essere un particolare nato per puro caso.
Un tassello di un mosaico da solo sembra non avere alcun senso, ma inserito al posto giusto è parte di un'immagine ben precisa.
Il destino doveva compiersi ed Anna, nonostante le stranezze del suo corpo, non andò in convento, ma fu spedita in Francia per diventare una gentildonna francese dove rimase fino al 1522.

Fin dall'inizio sembra delinearsi la figura di una donna orgogliosa e caparbia che non abbandonò per un attimo il proposito di diventare regina accanto ad Enrico VIII il quale, mentre come uomo era completamente invaghito di lei, nelle vesti di sovrano fremeva per quell'erede maschio che non era arrivato (Caterina partorì una bambina, colei che passò alla storia come Maria la sanguinaria).
La figura di Anna Bolena e quel preciso periodo storico, assumono un interesse enorme se consideriamo che Enrico VIII  per poterla sposare troncò i propri rapporti con il papa, spingendo il suo paese fuori dal cattolicesimo, anche se numerosi documenti e ricerche hanno messo in evidenza come questo non fu in realtà l’unico motivo.
Proprio Anna, inoltre, pur non donando all’Inghilterra il tanto desiderato erede al trono, fu madre della più grande sovrana che questo paese abbia mai avuto: Elisabetta I.
La morte di Anna Bolena fu tragica.
Rivelatasi anche lei inutile genitrice di figlie femmine e diventando sempre più pressante ed esigente (proprio perché più emarginata e disprezzata)  Enrico VIII  iniziò a dar credito a voci, dicerie, calunnie e superstizioni col proposito di liberarsene, fino a farla condannare alla decapitazione.

Nota

Chi ama la lettura di biografie storiche si trova spesso ad iniziare dall'interesse per un personaggio per poi proseguire con la ricerca di libri che approfondiscono la vita ed il destino delle altre figure che hanno arricchito, in qualche modo, il racconto.
Questo è accaduto a me: ho iniziato con Anna Bolena e non ho potuto fare a meno di voler conoscere la vita di  Elisabetta I  e  Maria "La sanguinaria".
Il mio ciclo di letture sarebbe stato completo con la biografia di Enrico VIII, ma devo ammettere che quanto appreso solo leggendo le vicende delle tre donne che hanno fatto parte della sua vita, è stato sufficiente per non desiderare ulteriori informazioni oltre che  per rendermelo odioso.
Perdonate questo appunto un po’  “alla femminina”  ...







Subscribe to Our Blog Updates!




Share this article!

12 commenti:

  1. La sto giusto studiando... mi sto preparando per una sorta di concorso e mi tocca riprendere tutta la letteratura inglese!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adoro le biografie, ma avrei grossi problemi a riprendere un libro per studiare, soprattutto adesso.
      Grazie per il commento Stefania!

      Elimina
  2. una grande tragedia femminile... è stata decapitata perchè non riusciva a partorire un figlio maschio! anche questo è colpa delle donne (per gli uomini)
    monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricordiamo che fino a non molto tempo fa era un pregiudizio diffuso.

      Elimina
  3. Ho un'amica che condivide la tua stessa passione, anche lei ha un blog (http://lepassionidellamenteedelmiocuore.blogspot.com/) :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Andrò a chiacchierare un po' da lei allora...
      Ciao Laura e grazie per il commento!

      Elimina
  4. Come al solito la colpa di tutto ricade sulle donne...anche la mancata nascita del figlio maschio! a quei tempi non si sapeva che è l'uomo a definire il sesso del nascituro?? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. completamente d'accordo con serena!!!

      Elimina
    2. La colpa ricade sulla donna ancora oggi su molte cose, ma il dramma è non ci rendiamo conto noi stessi delle manipolazioni a cui siamo sottoposti.
      Questo punto sarà da approfondire in seguito, appena avrò il tempo di recensire un paio di libri molto interessanti.
      Grazie a tutte ragazze!

      Elimina
  5. è bello passare di qui :) so sempre qualcosa di nuovo )

    RispondiElimina
  6. Stavo giusto pensando .. quella dalle facili lacrime di coccodrillo, mi pare abbia avuto un figio maschio, peccato :-/ Claudia

    RispondiElimina
  7. articoli che mi ha incuriosito dopo gli esami sarà il primo libro che leggerò perchè adoro le biografie storiche e soprattutto le regine del passato :)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Return to top of page
Powered By Blogger | Design by Genesis Awesome | Blogger Template by Lord HTML