venerdì 29 giugno 2012

Melanzane panate e fritte

Le preparo per la mia famiglia in estate, quando le melanzane sono più saporitedi quelle coltivate in serra. Panate e fritte diventano per noi  un piattoo unico, che al limite accompagniamo con un'insalata di pomodoro o qualche oliva; se non esagerate con le quantità, possono diventare il contorno di un pasto a base di formaggi e salumi.

  
Ingredienti
(per circa otto fette)

- una melanzana grande
- due uova
- un bicchiere di farina
- 4 bicchieri circa di pangrattato
- 4 cucchiai di grana (o parmigiano)
- sale
- olio extra vergine di oliva per friggere
 
La varietà utilizzata è quella di forma tondeggiante e con la buccia violacea, che a Catania viene chiamata "Seta", mentre a Palermo "Tunisina" (se non erro...).
Dopo averla lavata, sbucciate la vostra melanzana e ricavate delle fette sottili come quella in foto.
La quantità di fette ottenute dipende dalle dimensioni dell'ortaggio e dallo spessore delle fette, quindi è molto variabile, ma per comodità ho considerato la media di otto fette.




Procedete impanando ogni fetta con la farina.
Io preferisco dedicarmi ad una fetta per volta, perché credo che la presenza di  acqua nell'ortaggio potrebbe bagnare la farina, impastando un po' tutto.
Subito dopo adagiate la fetta nell'uovo sbattuto, con un pizzico di sale.




A questo punto spostate la vostra fetta di melanzana sul piatto o meglio ancora dentro una pirofila, dove avrete mescolato il grana al pangrattato (e un pizzico di sale).





Impanate accuratamente ogni fetta.
Io preferisco pressare sempre un poco ogni lato, per fare aderire molto pangrattato ed ottenere così una crosta spessa e invitante.




Completata la panatura delle prime fette, potrete iniziare a friggerle mentre vi dedicate alla preparazione delle altre.
E' consigliabile, infatti, cuocere le vostre melanzane a fuoco moderato o basso, anche se all'inizio l'olio dovrà essere ben caldo.
Per regolarmi butto nell'olio un pizzico di pangrattato e se inizia subito a sfrigolare, allora procedo con la cottura.
In media 10 minuti per lato sono sufficienti.
Adagiate ogni fetta sulla carta assorbente.


Fatemi conoscere i vostri abbinamanti e le eventuali varianti!
Buon appetito!







Subscribe to Our Blog Updates!




Share this article!

7 commenti:

  1. queste sono la mia droga!!!! Sai che vengono deliziose se sopra vengono condite come se fossero pizzette? salsa di pomodoro, mozzarella e basilico. Buonissimo, ci faccio sempre un figurone!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai proprio ragione, ma purtroppo le ho preparate così solo una volta perché sono sempre con l'acqua alla gola.
      Ho il brutto vizio di cucinare sempre all'ultimo momento!
      Grazie per aver condiviso questa variante!

      Elimina
  2. Mamma che buone!!! Io le faccio in pastella... e metto 1 chilo a volta :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In pastella? Noooo XD!!!
      Non ci posso pensare a quanto possano essere buone.
      Ecco, la pastella è una di quelle cose che dovrei/vorrei imparare a preparare.
      Perché non mi scrivi un bel post dettagliato?

      Elimina
  3. caspita, che buone che sono... le hai fatte ieri? ma è vero che nella pastella ci vuole un goccio di birra?
    monica c.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono le foto di un paio di settimane fa e sono buone davvero!
      Per la pastella dobbiamo chiedere suggerimenti a Laura.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Return to top of page
Powered By Blogger | Design by Genesis Awesome | Blogger Template by Lord HTML