venerdì 8 marzo 2013

Festa della donna 2013: il regalo di un cucciolo alla sua mammetta

L'anno scorso il mio primo regalino per la festa della mamma, fu l'unico a non contenere il disegno, perché il mio pargolo si  rifiutò categoricamente di farlo.
Ammetto che non l'ho presa benissimo, anche se mi sono sforzata di non mostrare a nessuno il mio dispiacere...questa, infatti, è la prima volta che lo racconto.
E' andata!
In fondo non era una cosa importante...

Quest'anno è accaduto ancora...siamo diversi!
Ma questa volta non perché manca qualcosa, bensì perché il suo lavoretto non è proprio uguale agli altri.

Ve lo mostro...


Non saprei dirvi se lo hanno invitato le maestre a scrivere, oppure se hanno assecondato un suo desiderio, ma resta il fatto che ho avuto bisogno di qualche secondo prima di rendermi conto che i biglietti non erano tutti scritti dai bambini.


Mi accade di frequente ormai: perdo il contatto con la realtà e mi dimentico come dovrebbero essere i bambini a quattro-cinque anni.
Alzo gli occhi dal lavoretto di Andrea e ne guardo un altro, fra le manine di un bimbo seduto ad aspettare i suoi genitori: una scritta rossa con una perfetta calligrafia da adulto.

Sorrido.
Sì, questa volta sorrido.

Non si tratta né di crescita interiore, né di accettazione; niente di tutto ciò.
L'unica differenza sta nel fatto che, questa volta, non ho avvertito la mancanza di qualcosa, ma semplicemente la presenza di qualcosa di diverso, che per molte persone sarebbe anche motivo di orgoglio ( e se lo sa la neuro psichiatra di Troina ci bacchetta tutti).

Comunque sia, in quelle lettere un po' perfette e un po' incerte; con quella R che ancora non ne vuol sapere di venire bene io ho visto qualcosa del mio bambino.
Un segno tutto suo, qualcosa di totalmente personale che mi ha riempito il cuore di gioia.
Oltre tutto, io so quanto ci tiene a preparare dei regalini per me e infatti era tutto orgoglioso (e presente) quando me lo ha consegnato.

Dimenticavo...mi sono beccata anche un ovetto di cioccolato, con ripieno di crema alla gianduia!
Le altre mamme non lo hanno mica ricevuto ...





Subscribe to Our Blog Updates!




Share this article!

5 commenti:

  1. Che bello, quanto sono felice per te, Letizia :-)
    Capisco ciò che hai provato ieri, così come capisco anche ciò che hai provato lo scorso anno: sono emozioni diverse e opposte, ma sempre facenti parte di quelle cose "speciali" in positivo o in negativo che sono destinate alle mamme che, come te o me o tante altre, hanno dei figli "speciali".

    Un bacione, cara!

    RispondiElimina
  2. Io direi che nel tuo oltre che qualcosa di diverso c'è qualcosa in più!!!!! (Ovetto a parte!!)

    RispondiElimina
  3. Che bello letizia, io avrei pianto di gioia. Pensati quanto amore c' é in quel dono cosí "diverso" cosí voluto. Un bacio a te e Andrea

    RispondiElimina
  4. Ciao Lety..che dire... da sciogliersi ^_^

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Return to top of page
Powered By Blogger | Design by Genesis Awesome | Blogger Template by Lord HTML