venerdì 6 settembre 2013

Pane raffermo fritto: merenda ideale per bambini annoiati

Non so voi, ma io la merenda-tipo della mia infanzia non la ricordo proprio.
Cosa mangiavo di pomeriggio quando ero una bambina?
Niente...non mi torna in mente nulla, eccetto questa merenda con pane raffermo fritto, di cui invece conservo un ricordo vivido del gusto, della fragranza e persino dei momenti in cui mia mamma lo preparava.


Qualche giorno fa avevo un filone di pane casereccio raffermo e, come accade spesso, c’era in casa un pupetto piuttosto scocciato, al quale sfugge il concetto di relax e/o gioco autonomo.

Solo una mamma può trovare un punto d’incontro, laddove chiunque altro vedrebbe solo del pane duro e un bambino esigente…
Colpita da un lampo di genio mammesco, mi sono resa conto che la preparazione del pane raffermo fritto, si può proporre senza rischi ad un bambino di quasi 5 anni, tralasciando ovviamente la fase di cottura delle fette (sempre meglio precisare, non si sa mai).

Avrei impegnato Andrea per più di mezz’ora e, alla fine, il bambino avrebbe avuto la soddisfazione di fare merenda con una pietanza gustosa, preparata grazie alla sua concreta collaborazione.


In effetti è andata così perché, come vedete in foto, Andrea si è occupato si inzuppare le fette di pane raffermo nel latte e di cospargerle di zucchero, dopo che io le ho fritte con il burro.
Raccontandovi del nostro gioco in cucina, in fondo, vi ho anche detto tutto della ricetta, che nella nostra versione è davvero molto, molto semplice.
Per comodità  la riscrivo di seguito, in maniera classica.

Ingredienti per il pane raffermo fritto


- Pane casereccio raffermo
  (mia madre utilizzava anche i panini)
- Latte q.b.
- Burro per friggere q.b.
- Zucchero q.b.

Tagliate il pane casereccio in fette non troppo sottili e inzuppatele per bene nel latte.
Fate sciogliere il burro in una padella antiaderente e dorate le fette di pane raffermo da ambo i lati.


Ponete le fette fritte sopra della carta assorbente e fate cadere dello zucchero semolato.
Mangiatele ancora tiepide.
Perdonate i q.b e l’assenza di quantità; ho la pessima abitudine di non pesare nulla per le ricette più elaborate, figuriamoci se mi metto a pesare il pane da friggere.

Di certo non è una merenda dietetica e non si può offrire ai bambini ogni giorno, ma se non la conoscete, provatela almeno una volta: è veramente squisita!




Subscribe to Our Blog Updates!




Share this article!

12 commenti:

  1. buono...io mangiavo un sacco facevo nuoto e avevo sempre fame ed ero magrissima uno scheletrino la mia merenda era a base di yogurt frutta mescolata e pane e nutella o pane e marmellate anche nel mio caso c'era il pane d mezzo ogni tanto pane e olio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che belle merende sostanziose!
      Del resto se praticavi regolarmente uno sport è anche importante mangiare bene.
      Ero molto magra anch'io, sai? Con la "sola" differenza che stavo sempre chiusa in casa, quindi moto=0

      Elimina
  2. E' un secolo che non lo mangio...mi hai messo un desiderio che non ti dico!!! Lo rifarò al più presto :-)
    Buon weekend!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buon appetito, allora!
      Un buon fine settimana anche a te e alla tua famiglia cara Maris.

      Elimina
  3. Ma sai che mi hai fatto venire in mente la merenda che mi preparava spesso mia mamma quando in casa era a corto di cibo?
    Tostava in forno delle fette di pane vecchio (o di pancarrè) spalmate di burro e zucchero.
    La tua versione è sicuramente più golosa e fa niente se è calorica: certi ricordi non hanno prezzo e il tuo ometto da grande ricorderà questa merenda esattamente come tu l'hai ricordata in questo post!
    Troppo belli i lampi di genio mammesco :-D
    Un abbraccio cara!



    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il pane, in modo particolare, era quasi un delitto buttarlo e si cercava di utilizzarlo fino all'ultimo tozzo.

      Ti è capitato, sempre da bambina, di vedere donne di una certa età che, mentre sparecchiavano, baciavano un pezzo di pane che non potevano conservare, prima di gettarlo via?
      A me tantissime volte e, se ci penso bene, forse non mi è capitato solo da piccola.

      Ciao Melangy e grazie per il commento.

      Elimina
  4. Ma che tenerezza, mia dolce Lety!!! <3 <3 Mi hai fatto venire la lacrimuccia! Questo panino lo faceva la mia nonna quando ero piccina, insieme all'intramontabile polenta e zucchero! Grazie, questo post mi ha emozionata tanto.. e dai un bacino a quelle manine adorabili!! <3 <3 TVTTB!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Polenta e zucchero vorrei proprio assaggiarla, non riesco ad immaginare il sapore.
      Grazie, ancora una volta, per aver lasciato un commento e un prezioso ricordo.
      Domani mattina penserò a sbaciucchiarmi le manine :)
      Ti abbraccio!

      Elimina
  5. Ahhh che ricordi, lo avevo dimenticato!! E la fetta di pane spalmata di margarina e zucchero? Le nostre merende in effetti erano semplici e gustose anche se con poco ... Buona domenica!

    RispondiElimina
  6. Per i bambini non e' molto leggera ma per me va benissimo e domani me la preparo!!! :-))))

    RispondiElimina
  7. Hai provato col pane fresco non ammollato nel latte?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Andy e benvenuto!
      Non , non ho mai provato perché mia mamma l'ha sempre preparato così e, come ho scritto nel post, era una ricetta per utilizzare il pane un po' raffermo. Io quel giorno ho deciso di preparare questa merenda per lo stesso motivo.
      Tu lo cucini col pane fresco? Se vuoi lasciami il procedimento :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Return to top of page
Powered By Blogger | Design by Genesis Awesome | Blogger Template by Lord HTML