martedì 15 ottobre 2013

Come fare un detersivo per lavastoviglie fatto in casa

Con questo post sul detersivo per lavastoviglie fatto in casa, inauguro una nuova categoria di consigli sull’organizzazione domestica, che in realtà saranno più simili a delle chiacchierate su come tenere la casa pulita e ordinata.
Il titolo ideale per la categoria sarebbe: “quattro chiacchiere nel tinello” :D

Image courtesy of  photostock /
FreeDigitalPhotos.net

La filosofia del blog è stata fin dall’inizio quella della condivisione e, ancora oggi, cerco in ogni modo di far passare questo messaggio, motivo per cui nel tempo ho anche modificato il mio modo di scrivere (un po’ distaccato) quando mi sono resa conto che il mio tentativo di esporre le cose con chiarezza, poteva essere confuso facilmente con un atteggiamento altezzoso, che in effetti non mi appartiene.


Per farla breve: io sono una di quelle donne che non si è mai posta il problema dell’organizzazione domestica, finché non è stata costretta a pensarci per questioni di pura sopravvivenza (e quando arrivano i figli devi pensarci per forza).

Io sono una di quelle donne che vive molto alla giornata, perché sembra che qualsiasi tentativo di organizzazione domestica, sia destinato a crollare sotto i colpi dell’imprevisto o forse è quello che mi fa comodo pensare.

In sostanza, sono una di quelle donne che non potrebbe dare consigli, ma che di certo può raccontarvi dei suoi tentativi, più o meno riusciti, per tenere la casa pulita e di quanto fatichi per seguire con costanza, anche ciò che di positivo ha imparato.
Ma mica finisce qui!

Nel post su come cucinare con  pochi soldi, ho citato la leggendaria arte delle donne del passato nel tenere la casa e dato che non riesco a tenermi fuori dal voler curiosare nel lato vintage di ogni cosa, aspettatevi ogni tanto qualche tuffo nel passato.
flickr/Nationaal Archief

E adesso ritorniamo al motivo principale di questo post, la ricetta per preparare un detersivo per lavastoviglie fatto in casa, che ho ricevuto da Cinzia, splendida mamma e donna simpaticissima, conosciuta anni fa in forum e con la quale ho condiviso la gioia (e l’esaltazione) di un concerto ;)

Questo è il messaggio che mi ha lasciato Cinzia su Facebook:
“Ho trovato questa ricetta per un detersivo per lavastoviglie fatto in casa, l'ho provato e funziona davvero!!! Te la passo per il tuo blog.”

Detersivo per lavastoviglie fatto in casa


Cosa occorre:
3 limoni (450 gr.),
200 g sale,
400 ml acqua,
150 ml aceto di vino bianco.

Tagliare i limoni (compresa la buccia) a pezzetti eliminando i semi.
Frullare accuratamente insieme al sale e a 200 ml di acqua, finché il composto non risulti perfettamente omogeneo.
Cuocere insieme al resto dell’acqua e all’aceto per 15 minuti dal primo bollore.
Far raffreddare completamente e ripassare al mixer.
Conservare in barattoli di vetro.
Per ogni lavaggio riempire l’apposita vaschetta con due cucchiai di prodotto.
Il brillantante può essere sostituito con l’aceto.

Non ho la lavastoviglie, quindi aspetto le vostre impressioni su questo rimedio fatto in casa.



Subscribe to Our Blog Updates!




Share this article!

6 commenti:

  1. Ma dai, interessante!
    Io la lavastoviglie ce l'ho e proverò a sperimentare questo detersivo casalingo!
    Non so se questo metodo sia economico, ma sicuramente è ecologico e quindi vale la pena provarlo!
    Adoro i tuoi post "vintage", li leggo sempre con tanto piacere e curiosità! :D

    RispondiElimina
  2. Io ho provato questa ricetta alcuni anni fa, è una delle "bioallegre" (se ti piacciono le ricettine naturali per le pulizie ti consiglio il libro o una gitarella sul sito)... non ricordo i risultati ma il fatto che non la stia usando più mi fa pensare che le cose non siano andate per il verso giusto. :-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come e possibile avere risultati efficaci.scettica

      Elimina
    2. Ciao!
      Sai, mi piacerebbe tanto avere una lavastoviglie per poterti rispondere :D
      Fino a qualche tempo fa io ero scettica persino sull'efficacia della stessa lavastoviglie; impensabile per me sostituire gli occhi e le mani di un'instancabile massaia, ma in effetti pare che l'aggeggio funzioni, o almeno, così dicono.
      Ti saluto e grazie per il commento!

      Elimina
  3. una domanda; il sale non serve aggiungerlo ancora? grazie :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e scusami se ti rispondo con tanto ritardo.
      Cinzia per fortuna mi ha risposto subito, dolcissima come sempre: "sì, il sale nella lavastoviglie va messo lo stesso, il brillantante, invee, può essere sostituito on l'aeto ma, visto che è più liquido, se ne consuma di più."
      Se vuoi facci sapere com'è andata!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Return to top of page
Powered By Blogger | Design by Genesis Awesome | Blogger Template by Lord HTML