giovedì 16 gennaio 2014

Operazione “casa pulita” ovvero come organizzare le faccende domestiche

“…oggi ho pulito il soggiorno, ci ho messo tre ore solo per quella stanza e ho tralasciato di lavare porte e finestre, ora le cose sono due: o sono molto lenta, oppure casa mia era molto sporca.
Ma come fanno le mamme che riescono sempre a far tutto? Come faceva mia madre ad avere sempre la casa linda? …”


La voglia di scrivere questo post su come organizzare le faccende domestiche non è nato all’improvviso, né  dopo la lettura del commento che ricopio in parte qui sopra.
Il punto di domanda in questione è piuttosto diffuso sia tra le giovani donne moderne, che tra quelle più attempate.
La casalinga di 60 anni fa si appresta a diventare un essere mitologico.

Flickr / Nationaal Archief - Data: 6 marzo 1952
 La realtà, secondo me,  è molto più semplice di quello che sembra e alla base della sopravvivenza della casalinga di un tempo c’era soprattutto una buona organizzazione domestica, probabilmente tramandata di madre in figlia.


Mi collego a quest’ultimo punto, per invitarvi a non trascurare la collaborazione della prole (esclusivamente femminile) nell’organizzazione delle faccende domestiche.

Finita la 5° elementare, nonostante fosse un’alunna promettente, mia madre fu spedita a lavorare tutto il giorno in una maglieria e la stessa sorte toccò anche alle altre sorelle.
Dopo una settimana di lavoro, arrivata la domenica, mia madre e le mie zie mettevano sottosopra la casa per le pulizie domestiche, mentre mia nonna era fuori per fare una spesa piuttosto esigua.
Senza dubbio mia nonna si è cresciuta da sola 5 figli, ma credo che sia doveroso rendere onore anche al lavoro di tante bambine e ragazze, alle quali va riconosciuto almeno il merito di aver contribuito in maniera significativa, all’organizzazione delle faccende domestiche e quindi alla sopravvivenza della stessa famiglia.

Concludo così la mia premessa e mi scuso se, come al solito, è fin troppo lunga.
Vi lascio con la prima parte di una guida scritta nel lontano 1968: il testo è stato rielaborato da me per questioni di copyright, ma questa piccola introduzione voglio riportarla così com’è stata scritta.

Come organizzare le faccende domestiche


“Uno dei problemi che impegna maggiormente la padrona di casa è la casa pulita. 
Senza dubbio dal tempo delle nostre nonne molte cose sono cambiate (anche 50 anni fa, non mancavano i paragoni con le generazioni precedenti): case più razionali, elettrodomestici per facilitare i lavori quotidiani….spesso la lunga lista delle cose da fare ci dà la sensazione di un pozzo senza fondo….
La casa, è vero, non va trascurata: una casa in cui tutti i giorni i detriti saranno raccolti, i mobili spolverati, le stanze messe in ordine, i giornali via via scartati, darà meno da fare di una nella quale si lasci crescere il lavoro a furia di rimandarlo: e, d’altra parte, è anche vero che il voler fare troppe cose non fa concludere molto. 
Si deve quindi cercare di risparmiare tempo dove si può e di organizzare, pianificare la settimana, così da riuscire a trovare tempo libero anche per il divertimento o per il riposo, con il conforto che nulla di importante è stato trascurato.
Vediamo quindi quali espedienti e quali procedure escogitare per rendere i lavori domestici meno assillanti e meno gravosi di quanto siano ora.”



Image courtesy of  Aleksa D / FreeDigitalPhotos.net

Consigli pratici per organizzare le  pulizie di casa


1) Non rivoltate tutti i giorni la casa, ma fate ogni giorno la pulizia a fondo  di una stanza (e io aggiungo che ogni due giorni, in molti casi, può anche andare bene) e riordinare soltanto le altre: vi accorgerete che la casa sarà ugualmente pulita.

2) Anche per i letti adottate lo stesso sistema utilizzato per le stanze: a turno rifate solo un letto completamente. Aprite le finestre nelle varie stanze e ripiegate le coperte e le lenzuola sulla sponda dei letti, senza disfarli completamente, per farli arieggiare.

3) Suggerimento da tenere in considerazione: munitevi di un cestino, meglio se con il manico, e raccogliete le cose fuori posto per riporle man mano che si presenterà l’occasione.

4) Per guadagnare tempo prezioso, avviate le cose più lunghe per il pranzo (il sugo, il lesso ecc) prima di rientrare nelle stanze per le pulizie.
A questo proposito diventa molto importante non decidere all’ultimo momento cosa cucinare.
Imparate ad essere previdenti e decidete almeno il giorno prima cosa cucinare, in modo da procurarvi tutto ciò che vi manca.

5) Abituatevi a fare le provviste  (pomodori in scatola, pasta, zucchero, caffè detersivi, olio, vino, uova ecc.) una volta la settimana, per esempio il sabato, quando anche vostro marito generalmente potrà esservi d’aiuto.

6) Mentre state preparando da mangiare, tenete sul tavolo vecchi giornali o sacchetti di carta dove  via via mettere i rifiuti: avrete più ordine e una pattumiera più sgombra.

7) Tenete da parte sempre un po’ di giornali perché possono essere utili per un’infinità di cose e fanno risparmiare tempo.
I giornali sono utili per:
- evitare la sporcizia sul pavimento o sul tavolo dopo ogni lavoro sporco (pulire l’argenteria, lucidare le scarpe);
- per rendere lucidissimi specchi e vetri (basta passarli prima con un giornale bagnato e poi con uno asciutto);
- per avvolgere all’interno la pattumiera, che così non sarà necessario lavare più di una volta la settimana;
- per pulire i davanzali della finestra e per infiniti lavori ancora.

Continua...
Come organizzare le pulizie settimanali: suggerimenti e calendario




Subscribe to Our Blog Updates!




Share this article!

8 commenti:

  1. Tutti consigli molto utili...chissà se funzioneranno anche con un caso disperato come me! ^_^

    RispondiElimina
  2. lo ammetto..pecco solo sul primo punto...tre gg fa ho cominciato con i vetri...il primo gg è andato bene...il secondo...dopo aver rivoltato casa come un calzino mi son detta va bhe faccio un vetro...poi va bhe ne faccio un atro...e ora NON MI MUOVO PIù.... ho la schiena in pezzi :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immagino...oggi più che mai mi rendo conto che con le faccende domestiche non si può procedere a caso. Per me va decisamente meglio da quando non trascuro qualche punto di questa lista (e delle altre che pubblicherò). Ciao!

      Elimina
  3. Questi sono consigli attuali da cui prendere spunto, perché oggi, forse più di allora, l'organizzazione e' fondamentale. Tra il lavoro, figli e tutto il resto senza un programma non si va lontano, ammetto che io non sono proprio una casalinga perfetta, nemmeno durante il week end!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao mammapiky, mi fa piacere rivederti nel mio blog.
      Sai come la penso?
      Secondo me le casalinghe perfette non sono MAI esistite.
      Forse molti anni fa si imparava prima come fare e c'erano le punte di diamante, come in ogni cosa, ma siamo tutti più o meno imperfetti e...meno male! Immagina che noia! :D

      Elimina
  4. Mia mamma e mia suocera sono anni luce avanti a me in fatto di pulizia!!! E le loro mamme altrettanto fortissime :-)
    Ce la possiamo fare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì dai, ce la possiamo fare!
      L'importante è crederci :D
      Ciao e grazie per il commento.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Return to top of page
Powered By Blogger | Design by Genesis Awesome | Blogger Template by Lord HTML