lunedì 10 febbraio 2014

Calendario settimanale delle pulizie di casa (per casalinghe) - 2° parte

Continua il calendario settimanale delle pulizie domestiche, per casalinghe che hanno bisogno di un piccolo input nell’organizzazione domestica (post precedente).

Organizzare la casa e i lavori domestici in maniera efficace, non è qualcosa che dipende solo dal tempo che abbiamo a disposizione.
Secondo questo concetto, una casalinga non dovrebbe mai avere problemi nella gestione della casa dato che, non lavorando, ha tutto il tempo per dedicarsi alle sue cose.

Image courtesy of artur84 / FreeDigitalPhotos.net

In realtà non è sempre così.

Prima di tutto la casalinga si sobbarca molti più lavori domestici proprio perché è “un suo dovere”, in secondo luogo gli impegni fuori casa ormai sono numerosi per tutte.
Conosco casalinghe che hanno accumulato anni di esperienza come tassiste  di figli, genitori e suoceri, oltre ad avere la totale responsabilità della contabilità familiare, così come ci sono donne lavoratrici con molti aiuti in casa, in primis quello dei nonni, e con ridotte incombenze domestiche sulle spalle.

Perché scrivo questo?
Per il semplice fatto che trovo inutile puntare il dito  e giudicare chi ha bisogno di suggerimenti o di un calendario settimanale delle pulizie domestiche per organizzarsi, attribuendo all’una o all’atra categoria dei privilegi spesso inesistenti.
Siamo sorelle, dobbiamo sostenerci e non gareggiare e o combattere.
Fatta questa doverosa (per me) premessa, continuo con il calendario settimanale delle pulizie domestiche.


Calendario delle pulizie di casa settimanale



Giovedì – pulizia del bagno. Si inizia sempre facendo prendere aria alle stanze e riordinando la casa. Prima di iniziare la pulizia del bagno, si tolgono e si battono (o si cambiano)  i tappetini; si porta fuori dalla stanza tutto ciò che può ingombrare la pulizia del pavimento, come la pattumiera o eventuali sgabelli e mobiletti in plastica.
Si procede con la pulizia dei vetri e togliendo la polvere sui mobili.
Nel post precedente si suggeriva di togliere la polvere dal pavimento solo alla fine di tutti i lavori di pulizia della stanza, ma nel caso del bagno è preferibile passare la scopa o l’aspirapolvere prima della pulizia dei sanitari, per evitare che l’acqua, cadendo inevitabilmente sul pavimento, si impasti con la sporcizia.
Questo renderebbe ancor più laboriosa la pulizia del pavimento del bagno.
I lavori domestici appena descritti dovrebbero essere piuttosto veloci, quindi il resto della mattinata  si potrà sfruttare per lucidare le maniglie delle porte e l’argenteria (per chi ha la fortuna di averla).
Il primo pomeriggio sarà dedicato alla pulizia e alla stiratura degli abiti, mentre il resto della giornata  potrete regalarlo ai vostri figli con maggiore serenità.

Image courtesy of Vichaya Kiatying-Angsulee / FreeDigitalPhotos.net

Venerdì – pulizia generale della cucina (compresa la pulizia del frigorifero) dopo il consueto riordino della casa. Questo potrebbe essere anche il momento ideale per apportare modifiche alla sistemazione di barattoli e buste di cibo, in modo da rendere più funzionale l’organizzazione della cucina.
Non commettete il solito errore di cui si fa cenno dal primo post: mai troppi lavori tutti insieme.
Dedicatevi alla riorganizzazione di uno o massimo due sportelli alla volta.
Questo dovrà essere uno di quei giorni in cui bisognerà pensare in anticipo a un pranzo semplice, da preparare con poche pentole.
Dedicate il pomeriggio alle commissioni, al parrucchiere e alla compilazione di una lista delle provviste settimanali per la spesa del giorno dopo.

Sabato – riordino della casa , oltre a piccole e veloci pulizie  laddove sono necessarie. Si consiglia di avviare il pranzo del giorno dopo, in modo da essere più libere. Spesa.

“Naturalmente questa è solo una delle tante maniere per organizzare la propria settimana. E’ una guida, che subirà variazioni notevoli non solo a seconda delle stagioni, ma anche delle vostre esigenze, della vostra disponibilità, della vostra esperienza. Ma, ci pare giusto ripeterlo, quello che importa è che ogni padrona di casa segua uno schema”.

Subscribe to Una mammetta pasticciona





Subscribe to Our Blog Updates!




Share this article!

11 commenti:

  1. Ciao! Mi sono appena unita al tuo blog che trovo molto interessante.
    Mi piace questa organizzazione settimanale, credo proprio che ne trarrò spunto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piacere di conoscerti Veronica e grazie per i complimenti.
      Condividi i tuoi tentativi di organizzazione domestica, se ti va.
      Potrebbero tornare utili a molte donne :)

      Elimina
    2. Volentieri! Al momento sono alla ricerca della mia routine e del mio piano settimanale, quindi cerco spunti per poi adattarli alla mia vita quotidiana. Mi piace avere il tempo "organizzato", mi serve perché mi da sicurezza.

      Elimina
    3. La sicurezza è la stessa sensazione che provo anch'io da quando sto cercando di lasciare meno al caso le mie giornate.

      Elimina
  2. Scusa non vedo il MERCOLEDI!!!!
    Mariposa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie anche a te Mariposa per avermi fatto notare questa cosa.
      Il mercoledì era rimasto in bozza.
      A presto :) !

      Elimina
  3. Grazie per i tuoi consigli! E no abbandonarci neanche per un secondo! Io ho bisogno di te!

    RispondiElimina
  4. In base a questa organizzazione settimanale non si ha il tempo per fare qualcosa per sé.
    Io, ad esempio, sono anche studentessa universitaria. Se dovessi attenermi a ciò che vi è scritto non avrei mai tempo per lo studio.
    Io avrei incluso anche gli uomini nell'organizzazione su citata. La casa la sporcano anche loro. Non capisco perché debbano essere solo le donne a occuparsi delle faccende domestiche!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Anonima (che peccato quando non vi firmate neanche...)

      E' solo una questione di buon senso.

      Un calendario settimanale delle pulizie domestiche è solo una tabella di marcia.
      Non c'è scritto da nessuna parte che non può comprendere una staffetta.
      Io sono una casalinga, il mio lavoro adesso è questo, ma stiro raramente perché se ne occupa mio marito (unica mansione che non ha voluto abbandonare, dai tempi in cui le faccende domestiche erano equamente ripartite perché si lavorava in due).
      Il suo turno di lavoro è di mattina, mentre un paio di ore al pomeriggio le dedica al gioco con nostro figlio, quindi lui ha scelto di stirare la sera, mentre guarda un film e eni giorni in cui la cesta della biancheria è abbastanza piena.
      Flessibilità.

      Scrivo un calendario settimanale perché per molte persone può essere un punto di partenza, come lo è stato per me, che ho scoperto di "funzionare meglio" quando mi scrivo una tabella di marcia (problemi neurologici, non farci caso...).

      E' solo un calendario indicativo.
      Mi dispiace, ma non ho tempo di scrivere calendari sulle faccende domestiche basati sulla parità dei sessi o per le mille variabili che la vita ci presenta.
      Confido nell'intelligenza e nel buon senso di chi legge.
      Ti abbraccio.

      Elimina
  5. Ciao Letizia, ho trovato molto interessante il tuo blog, ho lasciato andare un po' la casa per motivi di salute, ma riprenderò lentamente a prendersene cura, hai ragione più di una camera per volta non è possibile, almeno per me! Non mi abbandonare i tuoi consigli sono utilissimi, scusa se sarò qui ogni tanto a chiederti qualcosa!!!:-)
    Lory

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Return to top of page
Powered By Blogger | Design by Genesis Awesome | Blogger Template by Lord HTML