domenica 23 marzo 2014

Ricetta della New York Cheese Cake

Mai promettere qualcosa senza prima aver valutato bene su cosa vi state impegnando, soprattutto se la persona con la quale sancite il patto è un nano dalla memoria di ferro (quando fa comodo a lui).
State molto attente!
Potreste ritrovarvi a cucinare una Cheesecake, senza averne mai assaggiata una fetta prima.

Ecco la mia  New York Cheesecake

 



La ricetta non è una novità e non l’ho elaborata per niente, anzi posso iniziare subito dicendovi che ho attinto da giallozafferano.it, dove potrete seguire anche un video del procedimento per cucinare la New York Cheesecake.
Il post l’ho voluto scrivere ugualmente per lasciare traccia  del mio "sofferto lavoro", in modo da condividerlo con le mie meravigliose amiche di Facebook che mi hanno supportato fin dal primo lamento.

La verità è che in quei giorni ero veramente stanca, fisicamente e mentalmente, a causa del ricovero all’Oasi di Troina e tutto avrei voluto tranne che preparare una cena a base di pizza, patatine fritte e Cheesecake (e riso al forno; aggiunto al menù il giorno precedente) per cinque adulti e tre bambini.
Bisognava festeggiare!
Lo avevo promesso e le promesse si mantengono, anche se il dolce americano che Andrea mi ha richiesto non l’ho mai assaggiato e tutt’ora non so se il gusto della mia cheesecake è simile all’originale.
Per tutti questi motivi ho preferito scegliere uno dei siti più affidabili che conosco.
Nel mio post scriverò la ricetta in maniera schematica e aggiungerò solo alcune note che potrebbero essere utili.

Ricetta New York Cheesecake


Ingredienti per la base (tortiera 22-24 cm)
2 cucchiai di zucchero di canna
150gr di burro
150gr di biscotti Digestive o secchi

Ingredienti per la crema
20gr di amido di mais
Succo di mezzo limone
2 uova intere e 1 tuorlo
100gr di zucchero
Semi di una bacca di vaniglia o una bustina di vanillina
600gr di formaggio fresco spalmabile
100ml di panna fresca liquida

Ingredienti per la copertura
2 cucchiai di zucchero a velo
Semi di una bacca di vaniglia o una bustina di vanillina
200ml di panna acida

Preparazione della New York Cheesecake


Step 1 – La Base
Note: Ho sostituito i biscotti Digestive con quelli più economici di un’altra azienda.
La ricetta indica come alternativa dei biscotti secchi in generale, ma non conoscendo questo ingrediente né il gusto della originale New York cheesecake, ho preferito cercare dei biscotti che venivano presentati come simili ai Digestive.
Ho sostituito la tortiera a cerchio apribile con una di alluminio, che si può tagliare ed eliminare con facilità appena la torta è pronta da servire.
Unico inconveniente: ho sbagliato la misura ed ho utilizzato una tortiera di diametro 26.
Aggiungere un paio di biscotti e un pezzetto di burro per la base non mi è sembrato un problema, ma non me la sono sentita di modificare la quantità di ingredienti della crema.
Se la torta vi sembra un po’ bassa, il motivo è questo.

- Tritare al mixer i biscotti con i due cucchiai di zucchero di canna, fino ad ottenere un composto sabbioso.
- Versate il composto ottenuto in una ciotola e aggiungete, mescolando, il burro fuso.
- Foderate con la carta forno una tortiera (diametro 22-24cm) con il cerchio apribile.
- Pressate e stendete il composto sulla base  e sui bordi della tortiera.
- La base deve riposare in frigo per 1 ora o nel freezer per 30 minuti.

 

Step 2 – La crema
Note: La preparazione è stata più semplice di quanto mi aspettassi e il gusto della crema a crudo è buonissimo!
Dopo alcune perplessità ho deciso di non comprare i baccelli di vaniglia ed ho ripiegato sulla più economica bustina di vanillina.
Non sarebbe corretto dire che è la stessa cosa, visto che non ho termini di paragone, ma credo di poter dire con una certa sicurezza che questa modifica non sarà la rovina della ricetta.
Come formaggio, invece, ho utilizzato la Philadelphia.
Si tratta dell’ingrediente principale e, almeno per il primo tentativo, mi è sembrato conveniente scegliere l’originale.

- Versate in una ciotola le due uova intere, il tuorlo e lo zucchero.
- Utilizzate una frusta a mano (o uno sbattitore elettrico) per sbatterli, fino a formare una sorta di crema.
- Aggiungete i semi di vaniglia (o la busta di vanillina), il formaggio fresco spalmabile e continuate a mescolare fino a formare una crema senza grumi.
- Spremete mezzo limone, filtratelo e versatelo nella crema mescolando.
- Amalgamate la maizena e la panna fresca, sempre utilizzando la frusta.
- Prendete la base di biscotti dal frigo e versate la crema, livellandola con un cucchiaio (o una spatola).

Step 3 – La cottura
Note: Questa è stata la fase che mi ha preoccupata di più.
Il tempo di cottura lungo, diviso in due fasi e il rischio di vedere scurire o “afflosciare” troppo la superficie.

- Il forno dovrà essere preriscaldato.
- Se avete il forno statico infornate a 180° per i primi 30 minuti e a 160° per gli ultimi 30 minuti.
- Se avete il forno ventilato infornate 160° per i primi 30 minuti e 140° per gli ultimi 30 minuti.
- Coprite la superficie con carta di alluminio e proseguite la cottura, se dopo i primi 30 minuti vi sembrerà troppo scura.
- Lasciate raffreddare la torta per mezz’ora a forno spento e leggermente aperto.
- Sfornatela e stendete la copertura.

Step 4 – La crema di copertura
Note: La panna acida non l’ho trovata, quindi ho seguito il suggerimento letto sul sito e mi sono cimentata nella preparazione di un degno sostituto con yogurt, qualche goccia di limone e panna fresca montata.
In questo caso la difficoltà maggiore consiste nel trovare uno yogurt abbastanza denso, dato che il buon vecchio (e acidissimo) Kyr non si trova più nei supermercati, o per lo meno non in quelli dove vado io.
Ho ripiegato su questo ottimo yogurt greco della Stuffer, che adoro soprattutto nella versione alla fragola.


- Mescolate la panna acida con due cucchiai di zucchero a velo e i semi di vaniglia (o una bustina di vanillina).
- Distribuite questa copertura in modo uniforme sulla cheesecake.
- Mettete la torta a glassare per 5 minuti: 180° a forno statico (oppure 3 minuti a 160° con forno ventilato).
- Sfornatela e lasciatela raffreddare completamente.
- Fate riposare in frigo la NewYork Cheesecake per almeno 4 ore, meglio ancora se tutta la notte.


Step 5 – Decorazione
La scelta è ampia: cioccolata, sciroppi, frutta, ecc.
Andrea la volva con lo sciroppo di mirtilli perché l’aveva vista così in un videogioco, ma per fortuna sono riuscita a convincerlo che quello di amarene andava altrettanto bene.
Ho preso qualche cucchiaiata di marmellata di amarene preparata in casa e l’ho frullata con il minipimer.
Ho versato la crema così ottenuta sulla cheesecake e il risultato è quello che avete visto in foto, mentre per il gusto dovrete fidarvi della mia opinione: ottimo!
Ok, missione compiuta.
Promessa mantenuta.



Subscribe to Our Blog Updates!




Share this article!

4 commenti:

  1. Ero molto curiosa e ...wow, ti sei cimentata con un piglio invidiabile in una missione complessa, ma sappiamo bene che in questo genere di casi "una promessa è una promessa" e alle mamme vengono davvero i superpoteri :) Comunque complimenti per il sangue freddo e per i risutati.
    Sì, ci potrebbero esser delle varianti salutiste, io ho fatto una volta a richiesta qualcosa di simile vegano, ma anche quando ero vegetariana non mi piacevano granché quindi non mi sono specializzata su questo genere...
    Ti posso invece dire con certezza che la vanillina, come gusto, è un sostituto che rende bene (anche se ...sapere con cosa è fatta potrebbe farti passar la voglia di usarla), ma la polvere di Vaniglia Bourbon è il massimo come qualità (e costa meno delle bacche, cioè sembra costare molto perché è venduta a barattoli, ma dura per tante tante volte...). E, sempre come nota tecnica, un buon biscotto secco (anche quelli da colazione all'avena per capirci, se vi piacciono, quelli senza olio di Palma ;) possibilmente) è ottimo in qualsiasi base di questo genere. :) E se vuoi uno yogurt tipo quello greco con minimo sforzo... perché non provi a farlo in casa tu stessa? :) Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prendo nota di tutti i preziosi consigli che mi lasci e ti ringrazio perché saranno utilissimi anche per altre mamme che puntano ad una scelta più accurata degli ingredienti.
      Spero di trovare questa polvere di vaniglia, perché in effetti la soluzione della vanillina non mi piace molto.
      Riguardo allo yogurt posso dirti che lo preparavo in casa molti anni fa: per quasi un anno non ho più comprato yogurt e mi trovavo benissimo.
      Devo dire però che quello ottenuto da me era sempre molto fluido.
      A presto e grazie per il commento! :)

      Elimina
  2. ciao cara..ha un aspetto davvero ottimo la tua Cheesecake
    anche io oggi ho deciso di farla...ma in versione rossa....stasera ti faccio sapere com'è la mia
    baci baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti era molto buona e, per fortuna, sembra essere piaciuta a tutti.
      A dispetto della ricetta tradizionale, la prossima volta però voglio modificarla un po' per avvicinarla ai miei gusti, quindi meno succo di limone e forse anche un cucchiaio in più di zucchero.
      Fammi sapere come hai preparato la tua!
      Ti abbraccio Mari e...non ti ammalare più <3

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Return to top of page
Powered By Blogger | Design by Genesis Awesome | Blogger Template by Lord HTML