lunedì 14 aprile 2014

Organizzare il menù settimanale: la cena

Una casalinga in genere dovrebbe avere meno problemi a organizzare il menù settimanale, se non fosse che spesso la mole di appuntamenti e commissioni, rendono anche per lei indispensabile un piccolo programma per gestire i pasti giornalieri.

Per una donna che lavora fuori casa, tutto si complica ulteriormente e acquisire l’abitudine di organizzare il menù settimanale, diventa addirittura indispensabile.
Le quattro chiacchiere nel tinello che faremo oggi riguardano soprattutto la cena, che in genere è il pasto dalla quale non sfugge nessuna donna lavoratrice, mentre in molte famiglie il pranzo si consuma in luoghi separati.

Image courtesy of  zole4 / FreeDigitalPhotos.net

Organizzare il menù settimanale: la scelta delle ricette



Ma come?
Non bastava decidere per tempo cosa cucinare, magari scrivendolo su un grazioso planning home made, e fare la spesa settimanale (o bisettimanale) tenendo conto di questo?
Certo! Le considerazioni sull’organizzazione dei pasti, fatte quando si parlava di calendario delle pulizie domestiche, non cambiano affatto, anzi!

Chi ha letto il post precedente, però,  ricorderà che nei i giorni dedicati alle pulizie più impegnative è previsto un piatto dalla preparazione semplice come il lesso, che non richiede di frequente la nostra presenza attorno ai fornelli.

Molti giornali cercano di aiutare le donne a risolvere il problema dei pasti da servire alla famiglia, ma non sempre ci riescono, perché suggerire un piatto non è  come farlo.
Quando si consiglia una ricetta bisognerebbe tener conto della capacità di chi deve realizzarle, del tempo a disposizione, nonché della disponibilità economica della famiglia.

Troppe cose” penserete… “Non si può tener conto di tutto”, dirà qualcun altro.
Impresa impegnativa, non lo nego, ma non impossibile! E sono sicura che alla fine molte di voi allungheranno questa lista di ricette con suggerimenti gustosi e iper-veloci.

La mancanza di un minimo di programmazione, infine,  conduce spesso verso un altro inconveniente: mangiare lo stesso cibo per due o tre giorni a settimana.
Come risolvere il problema, specie se condizionato da fattori determinanti come tempo e denaro?
Ecco alcune indicazioni di massima.


Esempio di menù settimanale per la cena

Iniziamo con la scelta di sei primi piatti, tre leggeri e tre forti, e facciamo altrettanto con i secondi piatti. Non consideriamo la domenica.

1) Le tagliatelle al prosciutto sono un primo piatto gustoso e forte, ma facile da digerire.
Prepararle richiede una spesa contenuta e poco tempo, dato che il condimento si cucina mentre la pasta cuoce in pentola.
Accompagnare le tagliatelle con un pezzo di formaggio e un frutto per completare la cena.
Nota: mettete sul fuoco lenticchie e ortaggi (se preferite altri legumi, ricordate di metterli a bagno la mattina per cucinarli la sera) e fate cucinare mentre consumate la vostra cena.

2) I legumi sono un buon piatto proteico che diventa completo se accompagnato dalla pasta o da altri cereali. Completate la cena con un frutto.


Image courtesy of smokedsalmon / FreeDigitalPhotos.net

Subscribe to Una mammetta pasticciona


3) I funghi, la zucca o gli spinaci, già puliti e rosolati la sera precedente, possono essere utilizzati per cucinare un buon risotto. Completano la cena alcune fette di salame o prosciutto e un frutto.
Nota: lavate e mondate ortaggi e/o verdure per metterle a bollire sul fuoco mentre consumate la cena.

4) Nella minestrina leggera (verdure/ortaggi a pezzetti o frullati) preparata la sera prima, si può cucinare della pastina o pasta corta in meno di 10 minuti. Accompagnate questo primo piatto leggero, con una frittata ripiena di formaggio o con polpette di uova e mollica.

5) Pasta con salsa di pomodoro e filetti di sogliola (surgelati) bolliti o al vapore, con contorno di insalata.

6) Gli spaghetti alla carbonara richiedono lo stesso tempo di preparazione delle tagliatelle al prosciutto e come queste possono essere accompagnate da un pezzo di formaggio o rappresentare un piatto unico seguito esclusivamente da un frutto.

La domenica, quando tutta la famiglia consuma a casa sia il pranzo che la cena, possiamo cimentarci nella preparazione di piatti più elaborati o a lunga cottura: il ragù, l’arrosto, lo spezzatino, la pasta al forno o le linguine con zucchine e gamberetti ecc.

Se volete, condividete le vostre ricette “salva-cena” nello spazio dei commenti.

Subscribe to Una mammetta pasticciona






Subscribe to Our Blog Updates!




Share this article!

8 commenti:

  1. Anche io organizzo i pasti della settimana, sia per non decidere all'ultimo sia per variare i cibi; di solito lo faccio al sabato, prima di fare la lista della spesa, in modo da acquistare solo ciò che mi serve. Trovo questa soluzione molto comoda. Solo una domanda: ma l'elenco che proponi non è più adatto al pranzo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio per la domanda, così mi dai l'opportunità di chiarire questo punto (i post diventerebbero lunghissimi se scrivessi tutte le mie osservazioni, quindi evito :D).
      Ti rispondo, ovviamente, tenendo conto di aver interpretato bene la tua domanda, quindi in caso contrario fammi sapere.

      La risposta potrebbe essere NI e da questo ci ricolleghiamo alla questione delle esigenze particolari di ogni singola famiglia.
      Se il pranzo si consuma spesso fuori casa mi sembra accettabile inserire un paio di piatti sostanziosi come la carbonara o le tagliatelle al prosciutto, che possono tranquillamente rappresentare un pasto unico.
      Se poi ci fai caso anche i legumi sono un piatto unico, mentre la frittata è consigliata insieme a una minestrina che si può consumare anche senza pasta.
      Stesso discorso per il riso con vendure, che si digerisce senza troppi problemi se non stai a caricare il piatto con troppo burro e formaggio.
      Tutto questo tenendo conto che la famiglia ceni ad un orario accetabile, tipo 20:30 MASSIMO!

      La scelta dei piatti è la parte più variabile del discorso, in fondo, mentre il concetto importante è l'importanza di acquisire un metodo per organizzare i pasti, scegliendo e inserendo in modo startegico dei piatti che si possono preparare in due fasi, in modo da non far mancare alla famiglia i vari tipi di cibi (verdure, ortaggi, legumi...).
      Spero di averti risposto :)
      A presto!

      Elimina
    2. Grazie per aver risposto :)
      Mi riferivo al fatto che la sera forse sarebbe meglio consumare carne, pesce, uova e formaggi e lasciare i carboidrati a pranzo. Di solito quando si pranza fuori casa ci si orienta verso dei primi o dei panini, comunque carboidrati, quindi pensavo che a cena era meglio cucinare piatti a base di proteine (ovviamente le verdure non le menziono perchè do per scontato che siano sempre presenti), almeno per il periodo che ero fuori casa ero organizzata così; poi certo, è una questione di gusto e abitudine. Comunque ciò che condivido è il variare le tipologie di alimenti durante la settimana per non mangiare sempre la stessa cosa.
      ps: grazie per essere passata da me, lo apprezzo molto.

      Elimina
    3. Dopo diversi giorni ho elaborato il mio piano settimanale, l'ho pubblicato nel mio blog e non ho potuto non ringraziarti apertamente :)

      Elimina
    4. Grazie, grazie e ancora grazie a te per l'affetto e la fiducia.
      Perdonami per il ritardo con cui ti rispondo :)

      Elimina
    5. Tranquilla, capita che la vita vera porti via tempo a quella virtuale ;)
      Ti auguro un sereno fine settimana !

      Elimina
  2. ciao, intanto complimenti per il tuo blog, ti ho scoperto in giro per il web, e mi sono unita ai tuoi lettori, posso dirti che io sono stata lavoratrice, e adesso casalinga, e il non saper mai cosa preparare è sempre dietro l'angolo...
    anche io mi organizzo molte ricette, proprio perchè con un bimbo piccolo in casa il tempo è diventato sempre di meno, naturalmente però organizzo pranzo e cena dato che a pranzo siamo in casa tutti, ma il tuo post è molto utile specie per quando in estate si va tutto il giorno a mare, anche io faccio spesso le frittate a cena con un bel pezzo di pane hai un pasto completo e veloce, brava se ti va ti invito a visitare il mio blog e magari unirti ai miei follower per scambiarci altri consigli http://cucinareinsiemeate2.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piacere Katia e benvenuta nel mio blog!
      Mi fa piacere leggere la tua esperienza perché essendo sia una ex lavoratrice che casalinga, puoi confermare il fatto che quello dei pasti è un piccolo problema per tutte (anche se con le dovute differenze, eh! Non nego le difficoltà di chi lavora fuori casa).
      Verrò con piacere a visitare il tuo blog, alla ricerca di qualche ricetta super veloce!
      Ti abbraccio!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Return to top of page
Powered By Blogger | Design by Genesis Awesome | Blogger Template by Lord HTML