sabato 31 gennaio 2015

Il bucato nei giorni di pioggia

 “Come il surfista attende trepidante l’onda sulla quale salterà con la sua tavola, così la casalinga cavalca la prima mattina di sole dopo giorni d’impietoso cielo piovoso.
Se poi oltre ad un po’ di sole soffia un vento gentile ecco che l’adrenalina arriva alle stelle perché, con una discreta organizzazione domestica, hai la speranza di ritirare un bucato asciutto per stenderne un altro subito dopo. 


Allora giù con la lavatrice e via col programma per panni delicati!


I capi colorati che stingono parecchio, invece, fanno subito un salto nella vasca da bucato col detersivo delicato, perché mica puoi perdere l’occasione di fargli scaricare un bel po’ di acqua prima che tornino le infauste nubi!
Mentre stendi i tuoi abiti freschi di bucato, il cuore si riempie di gratitudine per quel venticello che sembra mandato da un dio benevolo, con il proposito di premiare ogni incompresa casalinga.


Se poi c’è un pargolo al seguito, tutta questa corsa per non sciupare nemmeno l’ultimo raggio di sole, non può che diventare più interessante.
Tra una lavatrice programmata e un pullover da lavare in vaschetta, a un certo punto vi domandate come sia possibile che un esserino dall’aspetto così innocuo possa compiere così tante azioni in pochi secondi… e con due sole mani.


Una volta mia suocera (madre coraggiosa di sette figli) mi raccontò che lei faceva il bucato anche con la pioggia, in modo da poter stendere all’apparire del primo raggio di sole, tra l’ammirazione delle vicine di casa che invece erano costrette ad aspettare la fine del ciclo di lavaggio”
(correva l’anno 2011…circa)


Image courtesy of artur84 / FreeDigitalPhotos.net

Questa settimana è passata all’insegna del maltempo e da ieri sera il vento e la pioggia non ci danno tregua.

La mia (molto flessibile) organizzazione domestica legata al bucato, prevede di iniziare i vari cicli di lavaggio dal venerdì sera e oggi mi sono chiesta se valesse la pena rispettare questa routine, considerando che gli stendini con i panni bagnati sono destinati a non uscire in terrazza neanche per pochi minuti.

Con le ceste piene di panni sporchi c’è poco da farsi domande, ma questo fine settimana potevo concedermi il lusso di decidere, dato che ho trasgredito la regola facendo un paio di bucati infrasettimanali.

Il mio adorato complice è il termo camino che da giorni è in funzione ogni sera.
Grazie al suo instancabile lavoro anche oggi sono partiti almeno due cicli di lavaggio, nonostante la pioggia battente.

In mezzo a questi (poco) gratificanti ragionamenti su come organizzare il bucato settimanale, ho trovato il breve racconto che ho condiviso all’inizio del post…coincidenze?

E voi come  pensate di organizzare il bucato durante la settimana e nei giorni di pioggia?





Subscribe to Our Blog Updates!




Share this article!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Return to top of page
Powered By Blogger | Design by Genesis Awesome | Blogger Template by Lord HTML