lunedì 23 marzo 2015

Le opportunità per educare i nostri figli sono ovunque

Sottotitolo: … e soprattutto, il modello di bravo genitore che ci propinano è irreale nonché ottuso nei confronti delle reali potenzialità di ogni bambino.

Vi regalo la prima ricetta per mettere a dieta i sensi di colpa.

“Fermatevi un momento e domandatevi: cosa volete davvero per i vostri figli? Che tipo di qualità vi augurate che sviluppino e portino con sé nella vita adulta?

Molto probabilmente, desiderate che siano felici, autonomi e abbiano successo in quello che fanno.
Desiderate che intrattengano relazioni appaganti  e vivano una vita densa di significato e finalità.
Ora pensate a quale percentuale del vostro tempo dedicate a sviluppare intenzionalmente queste qualità nei vostri figli. Se siete come la maggior parte dei genitori, temete(…)di non riservare momenti sufficienti per creare esperienze che possano aiutare i vostri figli a raggiungere una più piena realizzazione di sé, sia oggi sia in futuro.


Potreste persino mettervi a confronto con qualche sorta di genitore perfetto(…)che apparentemente riesce a dedicare ogni momento in cui è sveglio ad aiutare i suoi figli a crescere bene; un “genitore prodigio” che, mentre prepara piatti con alimenti biologici perfettamente equilibrati dal punto di vista nutrizionale, legge ai figli dei testi in latino che trattano dell’importanza di aiutare gli altri, poi li accompagna al museo d’arte, nello spazio ibrido dove in cui si ascolta musica classica abbinata all’aromaterapia alla lavanda diffusa attraverso le bocchette dell’aria condizionata. Nessuno di noi può essere all’altezza di questo “supergenitore” immaginario(…) Se questa situazione vi sembra familiare, ebbene non disperate: abbiamo ottime notizie per voi.

Infatti, i momenti in cui state solamente cercando di sopravvivere costituiscono in realtà delle opportunità per aiutare vostro figlio a “fiorire” e a coltivare il proprio potenziale.
A volte potreste pensare che i momenti importanti e affettuosi (come quando si ha una conversazione profonda sul carattere o sulle capacità di immedesimarsi negli altri) siano distinti dai momenti in cui si affrontano i problemi quotidiani (…).
Invece non lo sono affatto.



I casi in cui vostro figlio vi manca di rispetto o (…) vi ritrovate la parete piena di scarabocchi, sono certamente momenti di “sopravvivenza”(…) Ma, allo stesso tempo, costituiscono delle opportunità, persino dei doni, perché un momento di sopravvivenza è anche un momento per fiorire, un  contesto in cui può dispiegarsi il lavoro importante e significativo dei genitori (…)
Anziché limitarvi a porre fine al litigio (tra figli) e a mandare i contendenti ciascuno nella sua stanza, potreste usare la lite come opportunità educativa, per insegnare abilità come l’ascolto riflessivo (…)la capacità di comunicare in modo chiaro e rispettoso i propri desideri; e ,ancora, la capacità di compromesso, rinuncia, negoziazione e perdono."

Tratto da: “12 strategie rivoluzionarie per favorire lo sviluppo mentale del bambino” di D.J. Siegel e T.P.Brison – Raffaello Cortina Editore



Subscribe to Our Blog Updates!




Share this article!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Return to top of page
Powered By Blogger | Design by Genesis Awesome | Blogger Template by Lord HTML