mercoledì 2 dicembre 2015

Calendario dell’avvento del blog: sorpresa n°2



La mia sorpresa di oggi per il calendario dell’avvento del blog è questa:  la prefazione di un libro che unisce alla  semplicità di lettura, degli argomenti interessanti per la crescita personale, presentati attraverso le strisce che amo di più: i Peanuts.
Se non lo avete nella vostra libreria, andate a fargli un po’ di spazio e correte ad acquistarlo o convincete qualcuno a regalarvelo.


Su con la vita, Charlie Brown!
Come affrontare i problemi di ogni giorno con l’aiuto dei Peanuts

“Socrate, Aristotele, Freud, Jung, Schulz…
Schulz?
Sì, Charles M. Schulz. L’uomo che ha creato Charlie Brown, Lucy, Snoopy e tutti i loro amici, i protagonisti della striscia conosciuta nel mondo intero con nome di Peanuts.
E cosa ci fa un disegnatore di fumetti in compagnia dei più importanti pensatori, filosofi e psicologi del mondo?
Schultz ha creato una striscia che racchiude in sé un autentico tesoro di riflessione, di filosofia e psicologia: ecco la risposta.
E se è vero che un disegno vale quanto mille parole, allora Schulz ha scritto più di molti degli autori più prolifici del mondo intero messi insieme.
Charles M. Schulz ci ha regalato la ghiotta opportunità di incontrare un artista dotato di una portentosa capacità intuitiva nei confronti della natura e di un’abilità straordinaria nel condensare in poche vignette i più raffinati concetti psicologici.
Gli adorabili personaggi di Charles Schulz divertono , ma non solo: essi mettono in scena importanti dinamiche psicologiche in maniera  così semplice e immediata da dissimulare l’efficacia del loro impatto.
La prima applicazione dell’opera di Schulz nel mio lavoro di psichiatra ebbe luogo durante una seduta terapeutica con un paziente alcolista.
Si trattava di un uomo molto intelligente che avevo già incontrato parecchie volte, e che aveva sempre rifiutato con energia il mio consiglio di sottoporsi a una seria terapia per curare il suo problema.
Ogni volta che ci incontravamo, egli negava d’essere alcolista, e, nonostante fosse costretto ogni volta ad attribuire all’alcol la responsabilità dell’ennesimo fallimento che lo conduceva nel mio studio, si ostinava a credere che, volendo, avrebbe saputo controllare il suo desiderio.
Ogni volta si sforzava di escogitare nuove tecniche per tenere sotto controllo l’impulso di bere; e ogni volta io gli facevo notare che i suoi precedenti tentativi erano falliti e che le sue nuove strategie non avrebbero avuto più successo di quelle già sperimentate.
Durante la sua ultima visita improvvisamente mi balenò in testa un’idea.
Un po’ di tempo prima avevo deciso  di introdurre qualche cambiamento nel mio stile di vita per cercare di ridurre lo stress: ad esempio, avevo stabilito di non leggere più nulla relativo al lavoro durante la pausa pranzo.
Così mi ero portato in ufficio parecchi libri di letteratura d’ evasione, tra cui numerose raccolte di Peanuts.
Ricordavo come Charlie Brown, quando tentava di calciare il pallone all’inizio di ogni stagione agonistica, riuscisse puntualmente a mancarla e a cadere a terra di schiena.
E ricordavo come ogni anno lui tentasse di darsi una spiegazione razionale del perché, quella volta, le cose sarebbero andate diversamente e lui non avrebbe mancato il pallone.
Naturalmente, ogni anno la storia si ripeteva.
Charlie Brown non era capace di imparare dalla propria esperienza.
Raccontai al mio paziente di Charlie Brown e del suo rito annuale, e gli feci leggere diverse strisce.
Lui rise sommessamente, poi, a sorpresa, mi disse: “D’accordo sono io”.
Charlie Brown aveva saputo comunicare a quell’uomo ciò che io non ero stato in grado di fargli capire…
Il mio paziente poteva avere la sensazione che lo stessi accusando di non utilizzare sufficienti energie per dominare l’impulso di bere. Comunque Charlie Brown non aveva colpe, era senza difese.
Ogni volta si impegnava con tutto se stesso.
Desiderava veramente, con ogni fibra del suo essere, colpire il pallone. Ma proprio non ci riusciva.
I personaggi di Schulz non interpretano gli eventi per noi. Semplicemente agiscono secondo le proprie inclinazioni, e lasciano a noi il compito dell’interpretazione.”



Tutte le immagini del calendario dell'avvento sono free e scaricate dalla Rete



Subscribe to Our Blog Updates!




Share this article!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Return to top of page
Powered By Blogger | Design by Genesis Awesome | Blogger Template by Lord HTML